MCE Project
MCE Project
MCE Project
MCE Project

MCE Research Centre

Il Centro di ricerca Markets, Culture and Ethics (MCE) della Pontificia Università della Santa Croce nasce nel 2009 con lo scopo di studiare in modo sistematico e scientifico gli aspetti etici (sociali e individuali) della vita sociale ed economica, alla luce della ragione e della fede cattolica. Allo stesso tempo ha un orientamento ecumenico e interreligioso perché i problemi sociali si possono risolvere solo con uno sforzo comune e in dialogo con la cultura contemporanea. Le attività accademiche sono aperte a studiosi e operatori economici di tutti gli ambiti, poiché forniscono gli elementi necessari per un vero dialogo della fede con il mondo. MCE non si allinea con nessuna specifica scuola di pensiero economica ed è aperto verso tutte purché siano compatibili con l’antropologia cristiana, così come espressa nelle encicliche Centesimus Annus e Caritas in veritate.
Leggi tutto...


MbE Illy Caffè

Le imprese virtuose devono e possono assumere comportamenti responsabili, sostenendo i valori umani, gestendo le proprie attività in modo trasparente, corretto e attento alle aspettative del pubblico, facendo in modo che i comportamenti organizzativi siano percepiti come tali dalla collettività.

IMG 7888

Questi i temi dell'incontro di Management By Ethics "Relazionalità e inclusione. Costruire organizzazioni aperte alla relazione. Accettare la verità dell’altro” tenutosi il 18 maggio prezzo Illy Caffè in Piazza Gae aulenti a Milano, promosso da MCE, Centro ELIS e da Riccardo Illy, Presidente Gruppo Illy. Sono intervenuti oltre 60 partecipanti tra Amministratori Delegati, Presidenti e manager di grandi aziende del panorama nazionale e internazionale.
Illy ha raccontato la sua storia in apertura ed ha concluso con una frase di Shimon Peres “Sarete un vero leader quando riuscirete ad apprezzare il vostro nemico come apprezzate voi stessi”.

È intervenuto per MCE il prof. Martin Schlag, il quale ha affermato “La giustizia vuol dire a ciascuno il suo, la misericordia ciò che dono di me all’altro”. E ancora “Il bene comune è necessario e inclusivo, non è solo la somma dei beni individuali, ma un prodotto. Se calpesto la dignità umana anche solo di una persona della mia organizzazione, azzero il bene comune. La misericordia non è compassione ma include lo sforzo di rimuovere le cause del male. Al cuore della misericordia c’è il dono, atto volontario”